1. Home
  2. »
  3. Testimonianze

Due lunghissimi anni di COVID-19

Il video di presentazione della iniziativa.
Lo staff della Fondazione Fiorenzo Fratini presenta l'inziativa

Il Dott. Jacopo Nori ringrazia la Fondazione che da sempre è stata al fianco dell’Ospedale Universitario Careggi di Firenze, citandola all’interno del suo articolo “Atlas of Contrast-Enhanced Mammography”

“I would also like to thank Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Fratini Onlus and Firenze in Rosa Onlus (headed by Lucia De Ranieri); with their help I was able to acquire the CEM software and all I needed to start this experience. Last but not least, I would like to express my heartfelt gratitude to Dr. Vittorio Miele, the director of my department, and Monica Calamai who had trust in my vision and helped me build my unit by giving me the workforce and strength to reach the envisioned goal.”


“Mamma, veglia sulla famiglia ovunque tu sia”

Era mia madre. Un anno fa ha chiuso i suoi occhi per sempre. Mi ero ripromessa di starle accanto fino all’ultimo respiro e così è stato. Orfana di madre in giovane età con 4 fratelli, 3 sorelle e un padre da accudire, non aveva potuto studiare, ma era molto intelligente e grande lavoratrice. Poi si era sposata e aveva avuto 2 figlie. Si era ammalata a 40 anni ed è iniziato il suo calvario, sottoponendosi a qualsiasi cura. Ci sono stati anni di tregua. E’ diventata nonna di 3 nipoti che adorava e ha festeggiato le nozze d’oro. La “bestia” (come la definiva lei) si ripresentava, bussava alla porta della sua vita e lei la affrontava con coraggio. Mamma, sei stata una guerriera e un esempio di fede fino alla fine. Perdonami se il troppo dolore mi ha fatto smarrire la fede: ora mi sento un puntino impazzito nell’universo e ho perso ogni riferimento. Mi manca tutto di te: le tue mani perché non c’è stato giorno in cui noi due non ce le siamo strette, il tuo profumo, i tuoi occhi azzurri, la tua risata e anche i tuoi rimproveri. Ho un grande bisogno di dirti “grazie”. Non ci sei più, ma è come se fossi sempre presente: i tuoi valori, la tua forza d’animo e la tua generosità sono rimaste qui con me in questa mia vita che spesso mi angoscia e mi rattrista; ma se oggi sono orgogliosa di come la affronto e delle relazioni che ho costruito, è per merito tuo. Ovunque sei, mamma, veglia sulla tua famiglia. Ti amo, mamma. Ovunque tu sia, ti amo fino a lì.

Articolo tratto dal Corriere della Sera del 27 Luglio 2017